Next generation series/la Champions dei giovani. Sì, come no.

Inter vincitrice della Champions League dei giovani.

Questo è ciò che titolano i giornali sportivi in questi giorni, come sempre avidi di tutto ciò che possa essere una “notizia” da piazzare sotto a un bel titolo ad effetto.

Questo articolo non mira tanto a non rendere onore all’Inter, quanto a raccontare meglio cosa questo torneo rappresenta e ha inquadrarne il valore a livello internazionale.

Partiamo precisando che di Champions League non si tratta. UEFA e FIFA non hanno nulla a che vedere con coloro che hanno organizzato questo torneo(non essendo un torneo ufficiale UEFA) e quindi anche solo per questo motivo bisognerebbe chiamare le cose col proprio nome. L’Inter ha vinto la “Next generation series”, non la “Champions League”. Poi potremmo proseguire spiegando che il torneo ha un valore molto basso a livello internazionale. Fondamentalmente perchè non partecipano le squadre più forti  e perchè ci si trova ancora alla prima edizione, quindi manca il prestigio o il nome altisonante. Quello che invece ha, ad esempio, il torneo di Viareggio(vedi foto dei vincitori) che si svolge da più di 50 anni.

Ma l’aspetto più contorto del torneo che fa precipitare le quotazioni di quest’ultimo, riguarda le squadre invitate. Al torneo infatti non partecipano le squadre che hanno vinto i rispettivi campionati giovanili, bensì delle squadre che si sono distinte per risultati negli ultimi 5 anni.  Difatti l’Inter non vince il campionato dal lontano 2007 a discapito di altre grandi squadre quali Sampdoria, Palermo, Genoa e Roma. Negli ultimi 3 anni infatti l’inter è stata eliminata per due anni agli ottavi e una volta in semifinale. Insomma, quest’anno potrebbe essere la loro grande occasione ma per ora dire che l’Inter è la squadra giovanile più forte d’Italia è un’esagerazione. Per non parlare di alcune altre squadre un po bizzarre, su tutte il Molde, compagine norvegese ovviamente arrivata ultima nel proprio girone. E il Real? la Juve? lo United? il Bayern? l’Arsenal? il MIlan? possibile che nessuna di queste squadre giovanili, sia all’altezza del nome della prima squadra,  o quanto meno all’altezza del Molde? Tutto ciò rimarrà un mistero.

Tirando le somme, l’Inter ha vinto con merito un torneo internazionale giocato tra squadre medio/forti. Ad esempio il tanto decantato Barcellona si è presentato con un mix di giocatori molto differente rispetto ai giocatori “titolari” o maggiormente promettenti. E difatti è stato eliminato per mano dell’Ajax.  Non una champions insomma, ma un torneo per nulla facile. Unica pecca nel cammino interista la sconfitta, anzi la disfatta, contro il Tottenham, poi squalificati prima della semifinale.

Risultato finale 7-1 per i londinesi, ma questo di certo non lo leggerete sui giornali sportivi.

Advertisements

2 Responses to Next generation series/la Champions dei giovani. Sì, come no.

  1. Ulmini Antonio Massimo says:

    Di una cosa sono certo, se fosse stata la primavera della Juventus (squadra comunque composta di valide promesse future), questo articolo non sarebbe mai stato scritto.

    Cominciamo con il dire che dal prossimo anno l’organizzazione di questa manifestazione sarà gestita dall’UEFA, e ciò mostra che tale manifestazione viene considerata di alto profilo dai vertici del calcio europeo.

    Secondo punto: Si vuole sminuire la manifestazione asserendo che non hanno partecipato i club più forti. Questa è un’altra ineesattezza. Infatti chi ha scritto tale articolo è ignorante, nel senso che ignora, su quali sono stati i criteri di selezione. Non sono stati considerati i Club prestigiosi inteso come prime squadre, infatti non troviamo club quali Real Madrid, Manchester United o Milan (il suo settore giovanile è inesistente) ecc.. ma come settori giovanili. Il metro di misura è stato quello di selezionare i migliori club di ogni nazione in base ai risultati conseguiti negli ultimi dieci anni, pertanto alla prima edizione hanno preso parte le società più forti come risultati quindi la crema del calcio giovanile.

    Per quanto riguarda il torneo di Viareggio, va detto che sono anni che a livello internazionale non ha più l’appil di un tempo, partecipano solo gli italiani e club stranieri sconosciuti. Lo stesso allenatore dll’Empoli si lamenta della caduta di prestigio di questa manifestazione, comunque vinta anche dall’Inter per 3 volte negli ultimi 10 anni

    Concludo dicendo che alla fine il tifoso juventino dovrebbe cercare di essere meno carico di livore verso l’Inter e trovare tutti i pretesti possibili per sminuire quello che fa. Alla fine se alla juve è accaduto quello che è accaduto lo deve solo hai suoi uomini. Altrimenti non si spiegherebbe il perchè Giraudo ha pattegiato, nel 2006 l’avvocato della juve patteggia la sentenza e la triade fu subito scaricata dalla proprietà. Se uno sa di essere innocente lotta fino alla fine.

  2. delpieroni86 says:

    Apriamo il filotto di commenti interisti, anche ogni tanto una ricerca su google andrebbe fatta prima di scrivere cose inesatte.
    L’articolo è di parte? Ovvio hai scoperto l’acqua calda. Basta leggere un paio di articoli in più per scoprire che io sono colui che scrive gli articoli, di parte, per i bianconeri.
    Ciò che sarà di questo torneo l’anno prossimo non si sa, UEFA o non EUFA si tratta solo di voci, e non si diventa campioni d’Europa per sentito dire.Quando e se lo diventerà ne riparleremo. Per ora NON è un torneo ufficiale Uefa, che se ne voglia dire.
    Mi spiace che alla riga n°13 tu abbia avuto un forte attacco di cecità visto che il metodo di selezione delle squadre è stato spiegato(ultimi 5 anni, non 10 ribadisco). Vorrei ricordare che il Milan attualmente si trova a 1punto di distanza dall’Inter(primavera) in campionato e proprio il Milan ha eliminato l’Inter in quella semifinale sopra citata. Forse è un settore giovanile inesistente solo per chi vede l’Inter come unica squadra italiana. E ricordo che spesso i settori giovanili delle grande squadre, godendo anche di investimenti maggiori, ottengono risultati superiori alle “piccole” squadre, un po’ come nel calcio dei “grandi”. Quindi invito tutti a bazzicare nei siti delle giovanili di alcuni top team europei, e poi paragonarli al Molde. Vedete voi.
    Il torneo di Viareggio è un esempio per tutti per quanto riguarda prestigio e quindi storia del torneo. Non si prefigge l’obbiettivo di essere una champions ne tantomeno quello di invitare i più forti. E’ quello che è a differenza di quello che vorrebbe sembrare questo torneo.
    Il sistema dei 5 anni in se è sbagliato, perchè al torneo non approdano le migliori giovanili. Il ricambio generazionale nei club primavera è molto più rapido che nel calcio noto a tutti. I giocatori crescono e passano rapidamente ai club più blasonati. Quindi la squadra campione di 3 anni fa, potrebbe essere lontana anni luce dall’essere un top team. Vedi ad esempio Tottenham e Aston Villa, rispettivamente 4°e 5° nel proprio girone giovanile. E assumendo che i gironi inglesi siano tutti della stessa difficoltà(e sono 4) ne esce che queste due squadre sono rispettivamente la 12esima e la 16esima squadra giovanile inglese. Come giocare la “Champions” con lo Stoke City e il Blackburn.

    Poi ognuno tiri le somme con il proprio cervello, ma se per champions league si intende il torneo delle squadre europee più forti, la next generation series è molto lontana da questo punto.

    Sarebbe come vedere l’Inter in champions l’anno prossimo per i risultati degli ultimi anni.
    Insomma una farsa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: