Scusate se è poco

I giocatori festeggiano la supercoppa Italiana

Non so voi, ma io inizio a prenderci gusto. Dopo circa quattro anni di digiuno prima la vittoria in grande stile dello scudetto e ora via, subito alla prima occasione, un altro trofeo vinto contro l’inter. Si è una supercoppa e magari non è importante, ma sempre un trofeo è e si sa che quando si vincono contano tutti.

Nell’ultimo articolo evidenziavo la mia preoccupazione per la possibilità di vedere un derby in stile “Trofeo Tim”, ma devo dire che così non è stato: la partita mi è parsa a tratti veramente piacevole e nonostante rimanga dell’idea che sarebbe stato meglio giocare a San Siro, non ho potuto non apprezzare i tifosi cinesi che ad ogni passaggio esultavano come se avessero visto una magia del miglior Ronaldinho. Mi è piaciuto questo entusiasmo che non ha comunque mai oltrepassato il limite (vi ricordate le vuvuzela in Sud Africa?).

Ho sentito molti commenti positivi per l’Inter del primo tempo, ma io devo dire che sono molto soddisfatto del Milan che ho visto in tutta la partita.
Nonostante il primo tempo sottotono abbiamo giocato un più che buon secondo tempo, totalizzando quattro occasioni nitide da gol contro una su calcio piazzato; tutto questo contando anche il catenaccio degli interisti che ad un certo punto sembravano accontentarsi dell’1 a 0.
Mi è piaciuto molto Alvarez e penso che sarà un giocatore da temere in futuro, ma nel complesso l’Inter non mi ha fatto una grossa impressione e se veramente Etò verrà ceduto e non degnamente rimpiazzato potremo allungare ulteriormente il gap attuale.

Da sottolineare la partita di Ibra che aggiunge un altra ottima prestazione a questo inizio stagione; la speranza è quella di poterlo vedere così per tutto l’anno, senza i vistosi cali fisici e mentali visti a fine stagione dell’anno scorso. Gli esperti di Milan Lab garantiscono che con la loro preparazione dedicata quest’anno non ci sarà questo calo, ma io sinceramente sono un po’ dubbioso a riguardo.

Non che mi voglia sbilanciare troppo, perché comunque di Agosto si tratta, ma ripeto che per l’anno prossimo sono molto fiducioso con o senza mr x, che per forza di cose non sarà Fabregas.
E’ infatti notizia dell’ultima ora il suo passaggio al Barcellona che verrà sicuramente trattato dal mio collega nell’apposita rubrica, ma vi anticipo che questa decisione mi lascia un po’ perplesso.
Vincere la Champions è ancora impossibile, ma un altro campionato sarebbe comunque un ottimo risultato, visto anche il sempre più vicino traguardo dei 20 titoli, che ci regalerebbero la seconda stella: scusate se è poco…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: