E’ serie A… e quel pazzo ci porta in Europa!

Finalmente  in serie A!

Finalmente perché è da circa due mesi che nessuno nutriva più dubbi su una possibile promozione della Dea nella massima serie. Mancava solo la matematica che è arrivata soltanto in questa 39 giornata, matematica che è arrivata con un bel po’ di sofferenza e dopo qualche giornata di fisiologica flessione in cui la squadra ha incontrato qualche difficoltà e in cui non riusciva a siglare qual maledetto Macht Point.

Bello e memorabile che questo macht point sia arrivato in casa nostra, allo stadio Bortolotti di Bergamo, davanti a 18000 atalantini presi a fine partita dal delirio! E finalmente via, via da questo schifoso campionato di serie B, campionato difficile e assurdo, dove, se non entri concentrato al 200% rischi di perdere e fare brutte figure contro una squadra che fino a ieri non pensavi nemmeno esistesse. Fece fatica perfino la Juventus, nell’unico campionato di serie B disputato, ha fatto fatica il Siena (pure lui promosso nella stessa giornata della Dea) e ha fatto fatica l’Atalanta. Le prime due in classifica hanno dimostrato di essere di un’altra categoria (+ 10 punti sulle terze!), di non condividere niente con squadre come Novara e Varese e di avere uno spirito diverso dalle nobili decadute come Torino, Empoli e Livorno. Siamo stati superiori in tutto e come giusto che sia l’anno prossimo giocheremo nell’unico campionato che  meritiamo.

Ora Atalanta e Siena si contenderanno il primo posto. Mancano tre turni e sinceramente vedo l’Atalanta leggermente favorita per la conquista della vetta, visto che le sue avversarie (Albinoleffe, Cittadella e Grosseto) sono meno impegnative di quelle del Siena (Ascoli, Varese e Albinoleffe)  e visto che giocherà due partite su tre in casa (al contrario del Siena).

Ora per la Dea si apre un’autostrada che il presidente Percassi, con tutta la sua truppa,  è pronto e deciso ad imboccare a 250 Km/h!  Autostrada che corre verso la direzione “Europa”. Per questo ho rubato il testo di un messaggio inviatomi da un mio caro amico, appena dopo la partita di sabato, testo che recitava le testuali parole che poi ho deciso di usare come titolo di questo articolo celebrativo dell’11° promozione dell’Atalanta in serie A. Ora sotto con il derby, una partita interessante che diventerà  ancora più speciale perchè finalmente riavrò, al mio fianco in Curva Nord, il caro amico che fino all’anno scorso aveva condiviso con me gioie e dolori della nostra squadra del cuore… alla faccia della tessera dello “schifoso”!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: