Va in scena la finale di Coppa del Re

Messi In azione sabato sera

Sabato sera come sapete c’è stata la prima grande sfida tra Real Madrid e Barcellona: il risultato finale di 1a1, con i goal di Messi e Ronaldo entrambi su rigore, ha deluso forse le aspettative di molti amanti del “bel calcio” che speravano in una partita diversa. Nell’articolo precedente avevo definito “inutile” un risultato di parità per le sorti della Liga e infatti secondo me il pareggio ha fatto contenti solo i blaugrana che rimangono sempre +8 sul Madrid.

La partita è stata una lezione di possesso palla del Barcellona (80% a fine gara) e una dimostrazione che il “catenaccio Mouriniano”, già visto in nerazzurro,porta a partite deludenti e noiose. Ci sono state pochissime azioni d’attacco catalane e tante ripartenze delle merengues che in più di un’occasione si sono trovate sul piede l’occasione di segnare senza il successo sperato. Almeno nella prima mezzora il Real ha fatto un pressing altissimo e ha tentato di impedire il fraseggio del Barca: questo non è bastato perchè l’altissimo livello tecnico dei palleggiatori blaugrana è riuscito successivamente a prevalere. Molti di voi penseranno: “non hai scoperto l’acqua calda…” lo diceva anche Max Pezzali nella sua famosa canzone “La dura legge del goal” in cui la squadra che attaccava si scopriva e non avendo difesa subiva il goal in contropiede. Fortunatamente il Barcellona ha una sontuosa difesa e Valdes, Pique, Puyol, Adriano e Alves hanno arginato in diverse occasioni gli affondi del Real. Credo che sia davvero discutibile, almeno per una squadra come il Real, tentare di segnare in contropiede vista la potenza di fuoco che ha la corazzata di Madrid: queste cose lasciamole fare alle provinciali, vero Mou? 

Una nota simpatica è stata il retroscena del pre-partita dei “blancos” forse più impegnati a pensare al giardinaggio che a preparare la partita. Il buon Josè, infatti, ha ordinato agli addetti del Bernabeu di non tagliare l’erba e di non bagnare il campo fino a due ore prima della gara, per provare a contrastare l’arte di palleggio rapido del Barcellona. Molti calciatori catalani hanno visto l’anormalità del manto erboso e infatti molti ciuffi d’erba risultavano di tre o quattro centimetri più alti del normale. Questo grottesco stratagemma dello mente diabolica portoghese questa sera non potrà essere ripetuto perché l’erba del Mestalla è stata tagliata per sette volte fino a oggi,per non avere fili d’erba che superino  i 25 mm di lunghezza. Lascio ai giornali l’analisi dell’arbitraggio e le polemiche post-partita tra Messi, Pique, Pepe e gli altri giocatori perchè sarei troppo di parte e forse poco obbiettivo.

La partita di stasera sarà molto diversa da quella di sabato sera. Oltre ad essere una finale ci sono diversi fattori che renderanno questa sfida davvero avvincente. L’umore della squadra di Mou è molto alta dopo la rimonta in 10 uomini di sabato e lo spogliatoio è al completo. La formazione di stasera del Real sarà molto offensiva e votata all’attacco e servirà il miglior Barcellona per fermare i Galacticos. Guardando invece la formazione del Barca troviamo, rispetto a sabato, Pinto in porta, in difesa Puyol potrebbe essere recuperato altrimenti vedremo Alves Pique Mascherano e Adriano, a centrocampo Xavi, Busquets, Iniesta e in attacco il tridente Pedro, Messi, Villa. Essendo questa sfida la Coppa di Spagna sarà molto sentita, oltre che dai tifosi, anche dai giocatori non solo per una sana competizione  sportiva ma per un questione politica che vede fronteggiarsi i nazionalisti di Madrid e gli indipendentisti catalani. Nonostante tutto io sono convinto che anche oggi il Real sia ancora il favorito. Sta al Barca smentirmi!

LE PROBABILI FORMAZIONI
Barcellona (4-3-3): 
Pinto; Dani Alves, Mascherano, Piquè, Adriano; Xavi, Busquets, Iniesta; Pedro, Messi, Villa. A disp.: Valdes, G. Milito, Maxwell, Puyol, Keita, Thiago, Afellay. All.: Guardiola
Real Madrid (4-3-3): Casillas; Arbeloa, Sergio Ramos, Carvalho, Marcelo; Khedira, Pepe, Xabi Alonso; Di Maria, Özil, C. Ronaldo. A disp.: Adan, Garay, Granero, Kakà, Benzema, Adebayor, Higuain. All.:Mourinho

Annunci

Info Clivo
Sono nato il 23 dicembre del 1988. Abito a Gorle un paese vicino a Bergamo a pochi km da Milano.Sono diplomato al liceo classico indirizzo socio-psico-pedagogico. Frequento l'università al corso di ingegneria meccanica

2 Responses to Va in scena la finale di Coppa del Re

  1. ManuCiga says:

    Sarà una partita fenomenale! Decisamente più affascinante della coppa nazionale Italiana! Però sai che il Real non mi sembra molto offensivo? guarda che panchina… Kakà, Benzema, Adebayor, Higuain…

  2. delpieroni86 says:

    ma infatti il gioco del Real sarà lo stesso visto sabato…
    Ieri si è visto un ottimo Real nel primo tempo, un super Barca nella ripresa…questione di cm se il Barca non è passato in vantaggio, i cm in più con i quali Ronaldo ha battuto difensore e portiere.
    Col senno di poi è stata una partita da 1X2, ha vinto il Real ma poteva benissimo vincere il Barca, come anche finire in pareggio…
    Insomma, al Real la coppa, ma a nessuna delle due la certezza di essere superiore…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: