Milan: il curioso caso di Didac Vilà

Galliani e Didac Vilà dopo la firma del contratto

 

Cosa hanno in comune Grimi, Viudez, Cardacio, Adiyiah e Bruno Montelongo?
Semplice: giocatori arrivati al Milan con tante aspettative (più che altro create dalla stampa, tanto per riempire qualche pagina in più ad Agosto) e poi riposti silenziosamente nel cassetto dei ricordi.

Di giocatori come questi ce ne sono molti altri, in ogni squadra, ed è impossibile citarli tutti, ma ogni qual volta viene fatto un acquisto del genere la mia domanda è: “Perchè?”.

Potrei pensare ad un progetto per il futuro, ad un acquisto in prospettiva, ma nella maggior parte dei casi il giocatore in oggetto fatica a trovare spazio anche nella primavera e dopo mezza stagione ai margini della prima squadra, con qualche presenza in campionato in tribuna o in coppa Italia in panchina, viene prima ceduto in prestito e poi definitivamente venduto o svincolato e di conseguenza dimenticato.

Adyah è l’esempio che calza a pennello per spiegare questo fenomeno:

  • arrivo al Milan con pallone d’oro dei Mondiali under 20
  • metà stagione senza presenze in prima squadra
  • girato alla Reggina
  • girato dopo mezza stagione nel Partizan nel campionato serbo

Qualcuno potrebbe dire che queste sono semplicemente delle scommesse e magari sulla quantità di giocatori comprati, qualcuno forte salta fuori, ma io almeno in una squadra forte e strutturata come è il Milan non collego questa situazione.

Mi vien da pensare a Pato, Kakà e Thiago Silva: scommesse che il Milan ha si vinto, ma anche giocatori comprati ad un prezzo medio-alto e a cui quindi è stata data subito molta più fiducia rispetto agli esempi sopra citati.
Penso anche a Coutinho (il sosia di Pato) dell’Inter che non sta facendo benissimo, ma che almeno ha avuto le sue chance a inizio stagione e ne avrà altre, serie, in altre squadre se dovesse andare via a fine campionato.

Tornando al Milan, l’ultimo “Fenomeno” è il terzino sinistro Didac Vilà, arrivato il 28 Gennaio e descritto da Galliani come un rinforzo necessario e importante vista anche la possibilità di impiegarlo in Champions league. Senza dubbio una dichiarazione che ha lasciato ben sperare ogni tifoso, se non per il fatto che successivamente nella lista Champions per la fase a eliminazione diretta di Vilà non c’era neanche l’ombra, mentre c’era un Inzaghi infortunato praticamente fino a fine stagione.

Come se non bastasse, quando circa due mesi fa sia Antonini che Zambrotta erano infortunati, chi giocava sulla sinistra? No, non certo lui, ma il buon Jankulovsky, praticamente fuori rosa da inizio stagione.

La mia ultima speranza è di vederlo in coppa Italia contro il Palermo, ma anche qui ho più di un dubbio e penso proprio che arriverà a fine stagione con zero presenze all’attivo.

Vedremo quindi cosa succederà questa Estate e l’anno prossimo: per me sarà uno dei tanti “Acclamati e dimenticati”, ma in caso contrario non avrò problemi a fare  “Mea culpa” e a scrivere un altro articolo a riguardo.

In conclusione una risposta non la so trovare e gradirei moltissimo che qualcuno, leggendo, mi aprisse gli occhi. Dottor Galliani, perchè?!?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: