Ormai siamo a -9 dalla fine!!!


Villa dopo la doppietta con la Repubblica Ceca

Dopo la pausa dovuta alle sfide delle varie Nazionali domani riprende la Liga. Avremo subito le “big” in campo a causa della Champions: il Real gioca l’anticipo con il Gijon e Il Barça con l’avversario ostico del Villarreal. Mancano ormai 9 partite alla fine della Liga e mai come ora la squadra deve essere concentrata e determinata per conquistare il campionato e se è possibile la Coppa del Re e la Champions. Essendo il Barcellona in gara ancora per tutte e tre le competizioni sono un po timoroso e convinto che per i vari impegni si arriverà all’ultima giornata di campionato stanchi e con un vincitore non ancora stabilito. Di sicuro i 5 punti di margine danno un po di tranquillità, però bisogna contare che manca ancora lo scontro diretto (16 Aprile a Madrid) e che tutte le partite di Liga non sono una passeggiata, come molti italiani pensano. La prospettiva alquanto eccitante, ma ahimè macabra, di avere 2/4 scontri con il Real nel mese di Aprile può essere di sicuro uno stimolo in più per i giocatori che sentono particolarmente questa sfida ma anche una pressione eccessiva che potrebbe far fare pazzie alla squadra, come quella di Londra con l’Arsenal.

Una settimana lontana dal calcio giocato non ha allontanato però i riflettori da tensioni e provocazioni evitabili. Inutile penso sia stato il batti e ribatti tra Sandro Rosell e Guardiola. Il presidente blaugrana, forse per caricare l’ambiente, ha previsto un 5a0 secco contro il Real nella sfida di coppa del Re. Non si è fatta attendere la risposta di Guardiola, che giustamente, sostiene che Rosell poteva anche evitare di fare certe dichiarazioni e che in finale sarà impossibile vincere con quel risultato. Subito non poteva mancare la reazione madridista che è arrivata da Mou che prendendo la palla al balzo ha “difeso” il presidente del Barcellona ironizzando sulle motivazioni della squadra catalana. Dopo poche ore da questo, l’allenatore del Braça in un’intervista della Rai per un dvd celebrativo del Brescia, ha annunciato che presto lascerà il Barcellona. Questo fulmine a ciel sereno arriva dopo svariate dichiarazioni d’amore verso il Brescia squadra, che Pep, allenerebbe anche gratis. Conseguenza: la stampa spagnola e catalana è in subbuglio. Io spero sinceramente sia un grosso pesce d’aprile, ma se non dovesse esserlo credo che, sia l’uno che l’altro, avrebbero fatto bene a parlare di calcio giocato e non di questioni che possono minare l’atmosfera dello spogliatoio.  Io averei evitato specialmente in una momento in cui si susseguivano diverse belle notizie: Abidal è tornato a casa dall’ospedale (tornerà ad allenarsi con il gruppo forse entro un mese) e Alves e Pinto hanno rinnovato il contratto. Avrebbero potuto essere presagio di una settimana tranquilla, senza polemiche e colpi di scena e invece. Soprattutto il rinnovo di Alves era in forte dubbio a causa della continua rottura della trattativa a causa dell’ingaggio; le grandi squadre di tutta Europa stavano alla porta, ma alla fine il rinnovo è arrivato. Altra nota positiva la dichiarazione d’amore infinito di Messi per il Barcellona: la pulce ha dichiarato che non si vedrebbe in nessun altra squadra tranne che in quella blaugrana . Alla sua età è difficile pensare che questa cosa possa davvero succedere ma, in un calcio pieno di promesse ai microfoni e ai tifosi smentite poi dai fatti, sarebbe bello che un giocatore faccia ciò che proclama pubblicamente. Importantissime anche le prestazioni dei vari giocatori impegnati con le Nazionali: uno tra tutti David Villa che nella prima partita ha siglato una doppietta.

Tralasciando questi fatti spero sinceramente che sabato sera abbia un ruolo da titolare un altro frutto del vivaio catalano ossia Thiago Alcántara, da Bari. Da molti è indicato come l’erede di Xavi sia con il Barcellona che con la Spagna e il 19enne centrocampista sembra riuscire già a gestire la pressione derivata da questa gravosa eredità. L’ho personalemte visto molto bene a dicembre in Champions League contro il Rubin Kazan. Ho potuto apprezzare un ragazzo molto dotato tecnicamente ma soprattutto con una personalità da veterano: spero che raggiunga presto un elevato livello cosi da dimostrare le sue abilità e la sua bravura. Altro importante giovane da seguire sabato sera sarà Giuseppe Rossi che ormai, da tempo, si sta dimostrando pronto per una grande squadra. Da tempo è noto l’interesse del Barcellona per questo fantastico giocatore, in goal anche questa settimana con la Nazionale, e spero sinceramente che faccia parte presto della rosa del Barça.  Ultima nota, sabato sera mancheranno di sicuro Puyol e Xavi oltre al povero Abidal. Assenze pesanti che daranno spazio a giocatori giovani provenienti dal vivaio come Thiago di mettersi in mostra.

Annunci

Info Clivo
Sono nato il 23 dicembre del 1988. Abito a Gorle un paese vicino a Bergamo a pochi km da Milano.Sono diplomato al liceo classico indirizzo socio-psico-pedagogico. Frequento l'università al corso di ingegneria meccanica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: