Su bene capitano!

La dedica del goal di Doni per il padre

Il segreto vincente dell’Atalanta di quest’anno non può che riassumersi nella capacità di mister Colantuono di cambiare continuamente la fomazione titolare ottenendo sempre risultati positivi, sia in casa che in trasferta. Ovviamente il compito è facilitato da una rosa che, oserei dire, è straordinaria per un campionato mediocre come quello della serie Bwin di quest’anno. La capacità che ha Colantuono di tenere sempre  tutti i suoi giocatori sulla corda è quantomeno INCREDIBILE (complimenti anche alla dirigenza atalantina che gli ha messo a disposizione una rosa decisamente generosa)! E’ Incredibile come si cambi la composizione della difesa titolare e si mantenga la porta quasi sempre inviolata. Anche l’attacco cambia spesso composizione ma questo per un motivo forse non troppo positivo, ovvero per la scarsa prolificità in zona goal.

La certezza invece è sempre lui: Cristiano Doni! Con i due goal su rigore di sabato, il capitano, ha raggiunto i 100 goal in campionato con la maglia nerazzurra. Cosa dire ancora di lui? Bè penso che per noi atalantini non ci sia più nulla da dire. Incredibile l’attaccamento alla maglia che questo giocatore dimostra sempre sul campo, sia che giochi 5 minuti, sia che giochi un tempo e sia che giochi tutta la partita. Inoltre concordo pienamente con lo sfogo che ha avuto nell’intervista del post partita di sabato, quando un “giornalista” si è rivolto a lui ponendogli questa domanda:  “I rigori probabilmente in A non li avrebbero concessi, come li hai visti dal campo?” a cui ha risposto giustamente stizzito: “Perché devo rispondere ad una cosa del genere? Facciamo i seri. Forse con la Juve ai tempi di calciopoli, ma Zenoni è saltato con un braccio largo e l’ha presa nettamente con la mano. Non fatemi dire certe cose dai… Cazzo, dobbiamo sempre creare polemiche anche quando non ci sono, mi fate passare la voglia di parlare”

Ho letto su qualche sito “atalantino” (atalantino tra virgolette perchè sinceramente non ho ancora ben capito se tifano più per la Dea o più per una squadra bianconera di serie A, e non mi sto riferendo alla Juve) critiche ingiuste e ingenerose nei confronti del capitano solo per questa risposta un po’ seccata (come se stessero aspettando il pretesto giusto per attaccarlo). Io trovo invece scandaloso che uno pseudo giornalista si permetta di avanzare certe osservazioni quando lui stesso ammette di non aver visto i rigori (e di conseguenza anche la partita, quindi mi chiedo: perchè era in conferenza stampa?) . Resosi poi conto dello sbaglio, si è scusato nei confronti dell’interessato.

Sono pienamente consapevole che quest’anno  l’Atalanta non è di certo penalizzata dagli arbitri, ma se qualcuno si prende la responsabiltà di fare certe domande poi quantomeno deve anche accettare lo sfogo dell’intervistato. Forse il buon Cristiano dovrebbe imparare qualche trucchetto dall’esperto d’interviste Mourinho: tutto si può dire del tecnico dei Galacticos ma non che non sia un maestro nel prendere in giro i giornalisti che credono di metterlo in difficoltà con domande scomode.

Di sicuro su questo Jose è un maestro per tutti!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: