La punizione che non ti aspetti…

Ibrahimovic espulso per condotta violenta

 

E’ incredibile come nel calcio tutto possa cambiare, quando meno te lo aspetti, in peggio o in meglio.

Venerdì sera gioivo per il pareggio degli interisti e già immaginavo quei sette punti di vantaggio che ci avrebbero dato più tranquillità in vista dei prossimo impegni, derby compreso; dovevamo soltanto battere il Bari, ultimo in classifica, in casa e anche io che cerco sempre di stare con i piedi per terra e fare i conti soltanto a partita giocata ho fatto lo stesso errore che probabilmente han fatto tutti i giocatori del Milan: essere troppo sicuri di se stessi e dimenticarsi che in campo c’è anche un avversario che può fare molto male.

Sembrava proprio impossibile anche durante la partita che potessimo uscire dal campo senza i 3 punti in “Saccoccia” viste le numerose occasioni da rete (tra cui due gol giustamente annullati) e invece un buon Bari e una squadra nel secondo tempo troppo nervosa ci ha portati qua: 1 solo punto portato a casa, distacco di 5 punti dall’Inter immutato e Ibrahimovic che si prende una stupida espulsione che gli farà saltare anche il derby.
Sarà interessante, a tal proposito, vedere come giocheremo senza la nostra punta di diamante in campo che anche se non è affatto in forma, fa molto lavoro sporco e spesso e volentieri tiene occupato più di un marcatore, lasciando più spazio agli inserimenti degli altri attaccanti.

Non so se sono il mio pessimismo e la mia delusione a parlare, ma vedo molto difficile vincere le prossime due partite e il mio incubo ricorrente, in questi giorni, diventerà una sconfitta a Palermo sabato sera con i cugini che si portano a – 2 e sorpasso nello scontro diretto; è dopo partite del genere, infatti, che hai l’idea che gli sforzi di una stagione intera siano tutti inutili e che in un modo o nell’altro riusciranno a riprenderci e a vincere anche questo campionato.

La mia poca sportività vede più fortuna che meriti nell’Inter di Leonardo e soltanto loro potevano parare un rigore a fine partita, pareggiare contro il Brescia e restare nonostante tutto ciò ancora a 5 punti dalla vetta.

A parte quello che penso io, non so chi deve essere più rammaricato tra le due milanesi dopo questa giornata, perchè se fosse stato il Milan a giocare venerdì sera ora vedremmo la situazione nel modo opposto; forse, per buona pace di tutti i tifosi, sarebbe stato meglio se avessero vinto tutte e due in modo da non lasciare spazio in futuro ai “Se” e ai “Ma”.
Spero almeno che questa possa essere vista come una lezione di umiltà per le due Milanesi in vista dei prossimi impegni, anche se ho paura che, come sempre accade, anche questa andrà nel dimenticatoio e la possibilità di commettere stupidi errori rimarrà sempre in agguato.

Nonostante tutto due note positive ci sono state Domenica e cioè un match ricco di emozioni per chi ha voluto vedere una bella partita di calcio in uno stadio abbastanza pieno (niente male visto l’orario di gioco) e questa chicca della Gazzetta (nostro principale competitor) che non posso tralasciare visto il nome  e le origini della mia rubrica rossonera “The show must go on”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: