E come l’anno scorso…

La delusione dei giocatori rossoneri

 

Vorrei essere qui e poter scrivere di un’altra partita perchè in fondo a questo passaggio del turno ci ho sperato fino alla fine, ma purtroppo sappiamo tutti che la speranza è l’ultima a morire e la prima a prenderti per il culo, e anche quest’anno usciamo agli ottavi contro una squadra inglese.

E’ ovvio che questa eliminazione è stata determinata dalla partita d’andata e oggi è ancora più evidente quanto sia stato stupido concedere un contropiede all’80°, sullo 0 a 0, che sarebbe stato comunque un buon risultato in vista del ritorno; aggiungiamoci poi un pizzico di sfortuna e poca concretezza sotto porta e troviamo quello che ormai è sotto gli occhi di tutti.
Nel complesso abbiamo comunque a mio avviso dimostrato di essere un po’ migliori dei Londinesi ed è per questo che anche ora, ventiquattrore dopo, la delusione è molta.

Ho scritto un po’ migliori non a caso, perchè riflettendo è assurdo non riuscire a segnare un gol in 180 minuti alla quinta squadra della Premier e se anche fossimo passati, non avremmo avuto lunga vita appena incontrate squadre più forti degli Spurs.
Quando sono stati sorteggiati gli accoppiamenti degli ottavi ero fiducioso riguardo il passaggio di tutte e tre le Italiane e ora ci ritroviamo di nuovo con la sola Inter in grado di tener alta la bandiera: situazione quanto meno desolante.
E’ per tutti questi motivi che mi trovo d’accordo con chi pensa che in generale il livello del calcio italiano sia ormai questo e senza cambiamenti, che magari potrebbero arrivare con l’attuazione del famoso Fair play finanziario, dobbiamo solo che aspettarci altre uscite premature dai giochi.

L’unica cosa positiva è che quest’anno non abbiamo replicato la figuraccia fatta all’Old Trafford l’anno passato perchè stavolta penso che sarei rimasto destabilizzato mentalmente, un pò come quando nel film “The Aviator” Di Caprio si inceppava e ripeteva all’infinito la stessa frase che magari nel mio caso sarebbe potuta essere “u m i l i a t i umiliati umiliati siamo stati umiliati siamo stati umiliati…” (ok, se non avete visto il film non fa ridere).

Domenica alle 12,30 c’è Milan Bari e dobbiamo assolutamente vincere senza farci influenzare da questa eliminazione, per non cadere in un momento di crisi che potrebbe essere fatale a questo punto della stagione, sperando poi che Ibra e Binho tornino in forma come nella prima parte di campionato perchè ci servono più degli altri per alzare il diciottesimo scudetto al cielo.
Se siete interessati e non siete affezionati al pranzo domenicale, vi ricordo che tutti i biglietti del prossimo match verranno venduti a metà prezzo: buona occasione per vedere la partita da settori del campo con una visuale migliore che solitamente scartiamo per il prezzo troppo elevato.

Come direbbe Morandi, “Stiamo uniti!”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: