Tu chiamale se vuoi: Emozioni!

Pato

Abbiamo giocato un buon calcio, abbiamo fatto tre goal e creato molte azioni pericolose, siamo stati perfetti in fase difensiva, abbiamo fatto sembrare il Napoli una squadra da retrocessione e come è giusto che sia ci siamo presi tre punti importantissimi.

Potrei scrivere ora del fantastico goal di Pato o del “No look” di Ibrahimovic nell’azione del secondo goal, potrei elogiare mister Allegri che dopo aver letto il mio articolo del 21 Febbraio ha lanciato Pato da titolare e non l’ha sostituito dopo un primo tempo sottotono o potrei anche pensare a cosa sarebbe successo senza il “Dubbissimo” rigore che ci han dato, ma non voglio iniziare da qui, un po’ perchè sarebbe troppo poco Atipico e un po’ perchè per prima cosa, voglio raccontarvi una cosa che ieri sera mi ha favorevolmente sorpreso.

Appena arrivato fuori San Siro, sotto la curva nord, sono rimasto sbigottito sentendo i tifosi Napoletani cantare veramente forte e ho immaginato un terzo anello (settore a loro riservato) completamente esaurito. Raggiunta la curva sud e preso il mio posto ho però potuto constatare che non solo avevo ragione, ma che moltissimi tifosi avversari erano presenti in quasi tutti i settori dello stadio, muniti di sciarpe e magliette in bella vista, senza nascondere nulla, senza creare problemi e solo con la voglia di vedere la loro squadra giocarsi il primo posto in campionato in uno degli stadi più belli del mondo.

Nel calcio e nello sport in generale, penso sia sacrosanto e fantastico che ogni tifoso possa camminare dove preferisce con la propria sciarpa del cuore senza essere scortato dalla polizia o senza rischiare di tornare a casa con un occhio gonfio, per colpa dei soliti fanatici.
La mia sorpresa è quindi aumentata nel vederli camminare dopo la partita tranquillamente fuori dallo stadio e sentirli parlare sul pullman per Lampugnano, dove la loro delusione seppur tangibile non ha lasciato spazio a piagnistei per il rigore subito.

Le polemiche che non ho sentito dai tifosi sul pullman le ho invece sentite, come sempre, appena arrivato a casa accendendo il computer; polemiche che magari, potevano essere risparmiate se ci fosse stato il famoso Challenge.

Tornando alla partita giocata, posso solo dire che se contro il Napoli dovevamo cercare delle conferme o la giusta via per affrontare al meglio le partite mancanti al termine della stagione, ci siamo riusciti e se, partendo dalla difficile partita contro la Juventus, terremo il nostro gioco su questi livelli, tra qualche mese potremo toglierci qualche soddisfazione e qualche sassolino dalla scarpa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: